• 1terme-aq.jpg
  • 2terme-sg.jpg
  • 3paesaggio.jpg
  • 4rapolano.jpg
  • 5serre.jpg
  • 6armaiolo.jpg
  • 7modanella.jpg
  • 8sangimignanello.jpg
  • 9acquaterme.jpg

“Il primato di Rapolano Terme nella raccolta differenziata in provincia di Siena, con un aumento di circa 27 punti percentuali in tre anni, è un risultato che premia la riorganizzazione del servizio e il forte senso civico dei nostri cittadini. A loro va un grande ringraziamento per la collaborazione, con l’invito a continuare insieme su questa strada per tutelare l’ambiente e consentire presto altre riduzioni delle tariffe oltre a quelle già attivate per utenze domestiche e non domestiche”. Con queste parole Emiliano Spanu, sindaco di Rapolano Terme commenta i dati ufficiali della raccolta differenziata riferiti al 2017, diffusi nei giorni scorsi dalla Regione Toscana e certificati dall’ARRR, Agenzia regionale recupero risorse, che vedono il Comune rapolanese al primo posto in provincia di Siena con il 66,93 per cento.

“Il dato certificato dall’ARRR - continua Spanu - conferma una grande attenzione dei nostri cittadini per la raccolta differenziata, cresciuta costantemente negli ultimi anni e passata dal 39,90 per cento nel 2015, prima della riorganizzazione del servizio, al 66,93 per cento nel 2017. Grazie a questo notevole balzo in avanti abbiamo raggiunto l’obiettivo nazionale fissato a quota 65 per cento e abbiamo potuto ridurre le tariffe Tari per il secondo anno consecutivo per utenze domestiche e non domestiche, introducendo anche nuove agevolazioni per chi vive da solo e per attività commerciali nei centri storici di Rapolano Terme, Serre e Armaiolo. Forti di questi risultati, continueremo a lavorare per migliorare ulteriormente i servizi insieme al soggetto gestore Sei Toscana, puntando a tagliare presto anche i traguardi previsti dalle normative europee”.

“Negli ultimi anni - aggiunge Federico Vigni, assessore all’ambiente di Rapolano Terme - il Comune ha investito energie e risorse per migliorare il sistema di raccolta differenziata e stimolare una partecipazione sempre più attiva dei cittadini, che hanno compreso da subito l’importanza di questi temi e collaborato con impegno, come dimostrano i dati dal 2015 a oggi. Abbiamo introdotto il porta a porta su tutto il territorio, sia a Rapolano Terme che a Serre di Rapolano, incentivato l’utilizzo delle compostiere domestiche e messo a disposizione, da poche settimane, un punto Olly® per la raccolta dell’olio alimentare esausto nel parcheggio in via Serraia. Continueremo a migliorare la raccolta con nuove opportunità di conferimento differenziato, sapendo di poter contare sulla preziosa collaborazione della comunità”.