Regione Toscana
Accedi all'area personale

Affari Sociali e Nido Comunale

Informazioni e orari dell'ufficio

Competenze

L'ufficio si occupa dei servizi relativi agli affari sociali e al nido comunale.

Orari

Giorno Mattino Pomeriggio
lunedi 09.00 - 13.00
martedi 09.00 - 13.00 15.00 - 17.00
mercoledi 09.00 - 13.00
giovedi 09.00 - 13.00 15.00 - 17.00
venerdi 09.00 - 13.00

Sede principale

Comune
Via Subborgo Garibaldi, 1 53040 - Rapolano Terme (SI)
Comune

Altre informazioni

ASSISTENTE SOCIALE
L'Assistente Sociale della Società della Salute Senese
 riceve il LUNEDI' MATTINA dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso il Distretto USL in Via P. Nenni a Rapolano Terme: telefono 0577.536551 - 0577.536721 

 

NIDO COMUNALE JACOPO BENEDETTI
Il Nido d’Infanzia comunale “J. Benedetti” è situato a Rapolano Terme Via Bologna, 2 ed è gestito in Concessione mediante co-progettazione con la Cooperativa Koinè di Arezzo.

E' possibile visitare gli ambienti del Nido, conoscere l’organizzazione e le attività contattando la Coordinatrice Koinè Dr.ssa Vanessa Della Ciana al 366.6115762 - vanessa.dellaciana@koine.org

Il servizio educativo ha beneficiato delle risorse dell’Unione Europea e della Regione Toscana finalizzate a favorire l’accoglienza delle bambine e dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia di Qualità e dall’a.e. 2023/24 ha aderito alla misura “Nidi Gratis” della Regione Toscana e FSE +2021/2027.

 

Misura NIDI GRATIS - Il Nido comunle "J. Benedetti" di Rapolano Terme dall'a.e. 2023/2024 aderisce alla Misura "Nidi Gratis" finanziato dal Programma regionale Fse+ 2021-2027, in particolare dalle risorse assegnate alla priorità 3 "Inclusione sociale" e rientra nel progetto Giovanisi, il progetto della Regione per l'autonomia dei giovani.

Possono accedere al beneficio i nuclei familiari con bambini e bambine residenti in Toscana, fino a 3 anni, con ISEE fino a 35.000 euro ed iscritti in graduatoria al Nido comunale "Jacopo Benedetti" di Rapolano Terme che ha aderito alla Misura.

Lo sconto regionale si applica alle famiglie a cui viene assegnato, per la quota che eccede il contributo rimborsabile da INPS, fino ad un massimo di € 527,27 per ciascuna mensilità (per un massimo di 11 mensilità complessive).

Qualora si intenda beneficiare di entrambi i contributi (Inps e regionali) è necessario fare due domande. Il bonus Inps rimborsa le spese sostenute dalle famiglie per le rette, il contributo regionale garantisce uno sconto sulle rette e non prevede invece esborso di denaro da parte delle famiglie.

Ultima modifica: venerdì, 12 aprile 2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio !

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri